Arriva il secondo capitolo della SAGA della dashboard perfetta

Volete creare la dashboard perfetta, ma non sapete come fare? Ecco in vostro soccorso la seconda parte della saga.

Nella prima parte abbiamo parlato della semplicità come fattore chiave per creare una dashboard chiara e comprensibile ad ogni utente, vi abbiamo messo in guardia rispetto all’importanza di focalizzare l’attenzione sui dati utili, prima ancora che sull’aspetto grafico, benché anche questo da non sottovalutare, e vi abbiamo suggerito di comporre dashboard su misura per i destinatari.

Ora continuiamo con altri piccoli accorgimenti che vi permetteranno di avere la dashboard dei vostri sogni.

La SAGA della dashboard perfetta: le prime 3 regole

Abbiamo già parlato di Microsoft Power BI, la soluzione per l’analisi e la visualizzazione interattiva dei dati basata sul cloud, ma vogliamo condividere con voi alcune regole per elaborare la dashboard perfetta. Affronteremo questo tema in alcuni articoli: una sorta di saga della dashboard perfetta!

È ormai noto che Power BI permetta di accedere alle informazioni che più ci interessano da qualsiasi dispositivo, portale web o app, in modo semplice e veloce, organizzare i dati secondo le nostre esigenze e creare relazioni tra loro per avere un quadro di analisi completo.

I nostri suggerimenti si basano sul lavoro quotidianamente svolto dal team di MESA, partner di Analitica 365.

 

Novità dal "Microsoft Inspire 2017"

Quest’anno Microsoft ha scelto Washington, D.C. come sede dell’annuale conferenza dedicata al mondo dei partner, nota come “Microsoft Inspire 2017". L’evento ha richiamato 17.000 membri dei partner Microsoft da tutto il mondo e ha dato luogo a più di 145.000 incontri.
 
La Conference si è sviluppata intorno al tema della digital transformation, all’interno della quale assume un ruolo strategico il digital workspace ossia la possibilità di lavorare al meglio oltre lo spazio fisico dell’ufficio, potendo accedere a tutti i servizi sia in mobilità che in smart working, contribuendo a migliorare anche il cosiddetto “work life balance”.  Per far toccare con mano ai partecipanti un digital workspace, Satya Nadella “gioca” con Microsoft Team, il toolkit di Office 365, lanciato lo scorso novembre che detta nuovi standard nel mondo della “collaboration and productivity” dei team di lavoro, usandolo come punto di partenza per esplorare le novità Microsoft.
 

Il sito utilizza cookie tecnici e di analisi per il corretto funzionamento e cookie di terze parti (solamente cookie di social media sharing: cookie di terza parte che vengono utilizzati per integrare alcune diffuse funzionalità dei principali social media e fornirle all'interno del sito).
Utilizzando questo sito web si accetta il nostro utilizzo dei cookie come descritto nella Privacy Policy.
Per saperne di più, vedere la pagina Privacy Policy.